Lunedì, 19 Settembre 2016 10:19

Progetto Orienteering a scuola

Premessa

L’Orienteering è un’attività sportiva che ha trovato, negli ultimi anni, ampio spazio all’interno della Scuola.

Il M.I.U.R. già nella Circolare n. 254 del 7/8/93 parla di “corsa di orientamento (Orienteering) atteso il carattere promozionale e interdisciplinare insito in tale disciplina”, riconoscendo ufficialmente la valenza didattica di questa attività nella scuola.

Con l’Orienteering qualsiasi ambiente o territorio cartografato si trasforma in una palestra scolastica, in un’aula didattica, infatti lo strumento di questo gioco sportivo è la mappa cioè la rappresentazione ridotta e simbolica a colori della realtà.

L’attività ludico-sportiva svolta nell’ambito del progetto presenta forti

caratteristiche di interdisciplinarietà; nello specifico essa coinvolge numerose discipline: storia, geografia, matematica, scienze, arte ed immagine, scienze sportive e motorie, educazione all’ambiente, all’affettività, alla salute, alla legalità, alla cittadinanza, stradale.

Non va sottovalutato anche la valenza educativa sulla personalità (autonomia, autostima), sulla socializzazione (confronto e rispetto delle regole) e alla cooperazione (solidarietà).

Ulteriore punto di forza del progetto è rappresentato dalla collaborazione con gli Enti locali quali l’Amministrazione Comunale, e della Comunità Montana ed Ente Parco dei monti Sibillini, nella profonda convinzione dell’idea di scuola che dà al territorio un contributo culturale con la preparazione di persone libere, attive e capaci di rendere migliore la comunità e il territorio cioè il proprio ambiente.

La nostra regione Marche, nelle sue peculiarità morfologiche e naturali, è luogo privilegiato perché contribuisce alla diffusione dell’attività sportiva in parola, favorendo la scoperta e la conoscenza dell’ambiente naturale, quale palestra ideale.

Presentazione del progetto

Il presente progetto è articolato in due livelli che vengono illustrati di seguito. Questi possono essere scelti entrambi o singolarmente.

# 1° livello - Orienteering presso il centro storico del Comune di appartenenza del plesso scolastico, o altra area individuata dalla scuola

Qui si terrà una lezione teorica sull'orientamento, toccando i seguenti argomenti:

  • Introduzione e presentazione dello sport Orienteering
  • Conoscenza del materiale specifico: cartina, bussola, punzone, cartellino-testimone, lanterna
  • Caratteristiche e tipologie delle carte: didattiche, centri storici, omologate
  • Struttura della mappa orientistica ed elementi fondamentali
  • Particolari sul terreno e dei corrispondenti sulla carta e viceversa
  • Stima di distanze sulla carta e sul terreno
  • Tecniche d’avanzamento sul terreno: linee conduttrici e linee d’arresto, scelte di percorso
  • Le curve di livello e la lettura della conformazione del terreno
  • Struttura della bussola da orientamento
  • Orientamento della carta e determinazione dell’azimut
  • Determinazione della direzione di marcia

Conclusione

Al termine della lezione teorica si terrà una prova di Orienteering nel Centro. Tutta l’attività ha una durata complessiva di 4 ore.

# 2° livello – uscita didattica giornaliera al lago di Fiastra – Parco Nazionale dei Monti Sibillini (MC) o presso l'Azienda Agricola “Mamma Asina” – Riserva Naturale Abbadia di Fiastra (MC).

La giornata sarà divisa nel seguente modo:

mattina: gara di orienteering in ambiente naturale;

pranzo – al sacco individuale

pomeriggio: lezione di tiro con l'arco e prova pratica, escursione in gruppo in compagnia dell’asino con l'asino dove sarà possibile salire a turno ed avere notizie dell'animale e dell'ambiente naturale che ci circonda.

Presso l'Azienda Agricola “Mamma Asina” all’Abbadia di Fiastra, c’è la possibilità di assistere e provare con le proprie mani la mungitura delle asine.

Finalità istituzionali

  • Realizzare progetti integrati scuola-territorio;
  • Concorrere alla conoscenza e alla valorizzazione del proprio territorio;
  • Preparare un percorso didattico in un “cammino senza confini” verso l’integrazione geo-sociale con un attività che, per sua natura, crea momenti di unione, di cooperazione e di solidarietà, coinvolgendo la mente e il cuore.

Finalità educative

L’Orienteering è senz’altro una disciplina ludico-sportiva ma è anche un’attività interdisciplinare che coinvolge l’allievo, attraverso un percorso formativo, in una operatività finalizzata alla realizzazione di un rinnovato rapporto uomo-natura-territorio.

L’azione educativa è finalizzata a:

  • utilizzare il territorio come aula e palestra scolastica;
  • programmare, organizzare e realizzare attività didattiche e motorie in ambiente naturale;
  • realizzare palestre verdi al fine di incentivare il turismo scolastico nelle aree protette e dei parchi e concretizzare occasioni di socializzazione e prevenzione del disagio giovanile;
  • stimolare un rinnovato rapporto uomo-natura-territorio;
  • creare una nuova cultura che trasformi la visione antropocentrica del rapporto uomo-natura in quella biocentrica;

Opportunità

Il carattere interdisciplinare dell’Orienteering, invita:

  • alla polivalenza e l’interdisciplinarietà didattica (educazione motoria, educazione immagine, educazione ambientale, educazione alla salute, educazione stradale, geografia e studio del territorio rappresentato: storia e cultura locale);
  • al gioco come momento formativo coinvolgendo l’alunno nella sua interezza (pensiero, corporeità, sentimento, emozioni);
  • alle relazioni, in quanto anche facilmente attivabili nelle fasi di gioco (allievi, docenti);
  • a coerenti scelte geopolitiche territoriali del territorio in quanto questa attività promuove la conoscenza degli ambienti antropici e naturali, educa e sensibilizza alle problematiche relative.

Competenze attese per gli alunni

  • padroneggiare le abilità motorie in contesti diversi;
  • partecipare alle attività sportive rispettando le regole;
  • muoversi con destrezza e padronanza nel proprio contesto;
  • orientarsi e collocare nello spazio e nel tempo fatti ed eventi;
  • rilevare nell’ambiente elementi fisici ed antropici;
  • classificare, ordinare, tabulare, leggere, interpretare dati territoriali raccolti;
  • attivare comportamenti idonei al rispetto e alla tutela dell’ambiente;
  • attivare comportamenti di collaborazione, cooperazione e solidarietà;
  • saper lavorare in gruppo apportando il proprio contributo;
  • gestire le relazioni e la comunicazione;
  • utilizzare le tecniche di base dell’orienteering;
  • consolidare le tecniche dell’orienteering;
  • acquisire comportamenti positivi verso la conoscenza e la valorizzazione del proprio territorio.

Richiesta Informazioni

E' possibile telefonare al 327.323.1438 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o inviare un messaggio tramite il modulo che segue.

 

Pubblicato in Scuole
SCROLL TO TOP